sambataro

#Adnexio

3D mapping and contortion

3D mapping and contortion

Adnexio: “connessione”, legame: la sostanza dell’evoluzione e il valore della cultura. Adnexio tra linguaggi, suoni, colori e popoli, tra saperi e tradizioni diverse. Questo è il nuovo format di entertainment creato da Synapsy di Milano è portato in scena alla Sala delle Armi, nell’affascinante ex aula bunker del Foro Italico di Roma come apertura dei lavori dell’X-Forum.
belladonna

belladonna

Un format in tre atti: passato, presente e futuro. Una cavalcata nel tempo ritmata delle parole di Giuseppe #Cederna che racconta e sogna, parla, rapisce e introduce il mood dei “tre tempi”, poi fa silenzio, si cerca attorno e porta in scena l’arte dello chef Claudio #Sadler. Da vero protagonista esegue i suoi piatti come un maestro di musica sul pianoforte di Gianluca #Sambataro, il musicista raccoglie la connessione e rilancia a suon di scala di piano. Sono contatti tra i talenti e legami con il pubblico che cavalca l’onda della musica attraverso le epoche, tra violini, chitarre elettriche e il recente handpan dal suono così antico e contemporaneo da sembrare ipnotico. Le note sono la premessa a Nu’art che sulla scena porta la passione travolgente di Belladonna e di un nuovo format che integra le contorsioni al 3D mapping di Delta Process. Occhi puntati sul palco e in sala con cambi di stili e giochi di luci che il regista Mariano de Tassis disegna ritmando una serata dedicata a duecento selezionati ospiti. Tutto leggero, limpido e morbido, come la piuma di Rigolo, file rouge della notte Romana, che tiene in un delicato equilibrio le strutture antiche di una cultura lontana.
Che bel colpo e che squadra! Nel caldo bestiale della capitale il primo atto di un format che sa già di novità assoluta.